L'alégorie du bon gouvernement est fresque faisant partie d'une série peinte par d'Ambrogio Lorenzetti et placées sur les murs de la Sala dei Nove (la salle des Neuf) ou Sala della Pace (salle de la Paix) du Palazzo Pubblico de Sienne

Smaller Default Larger

Archives

 

Call for papers

 

 

Frontiere dell’immagine 

Convegno internazionale

20-21 marzo 2020 

Université Paris-Est Créteil - Laboratoire IMAGER EA 3958

 

Scadenza per l’invio delle proposte: 15 settembre 2019 

Risposta ai partecipanti: 15 ottobre 2019 

Le proposte (circa 500 parole), e una breve bio-bibliografia, dovranno essere inviate a Cette adresse e-mail est protégée contre les robots spammeurs. Vous devez activer le JavaScript pour la visualiser. et Cette adresse e-mail est protégée contre les robots spammeurs. Vous devez activer le JavaScript pour la visualiser. 

https://www.fabula.org/actualites/frontieres-de-l-image-the-frontiers-of-the-image_91970.php

http://imager.u-pec.fr/

XXIV Congresso AIPI

Scienza, arte e letteratura: lingue, narrazioni, culture che si incrociano

Université di Ginevra, 7-9 settembre 2020

Coordinamento del Comitato Organizzatore: Carlo Enrico Roggia e Federica Rossi (Cette adresse e-mail est protégée contre les robots spammeurs. Vous devez activer le JavaScript pour la visualiser.; Cette adresse e-mail est protégée contre les robots spammeurs. Vous devez activer le JavaScript pour la visualiser.

La presenza del CERN fa di Ginevra una delle capitali mondiali della scienza: un luogo in cui in nome della ricerca convergono scienziati e tecnici da tutto il mondo, e un centro di aggregazione fra università, paesi e discipline diverse. Questa immagine, amplificata dai media in occasione dei recenti esperimenti realizzati con l’acceleratore LHC, si lega alla spiccata vocazione cosmopolita della città: una vocazione che l’ha portata, a partire dall’inizio del secolo scorso, a essere scelta come sede di importanti istituzioni internazionali quali la Società delle Nazioni, l’ONU, la Croce Rossa. Ginevra, inoltre, intrattiene da tempo rapporti privilegiati con la lingua e la cultura italiane. Appena oltre l’Arve, ormai dentro la cintura urbana, l’elegante nucleo seicentesco di Carouge lo denuncia a chiare lettere con il suo nome (che rinvia ai caruggi, gli stretti vicoli delle città liguri) e con la sua elegante architettura italianisante; la comunità italofona, forte di oltre quarantamila persone, è oggi tra le più dinamiche e culturalmente qualificate in un tessuto fortemente multiculturale. Per tutte queste ragioni Ginevra è il luogo ideale per ospitare una riflessione su un tema di evidente attualità, e storicamente di particolare rilievo per la lingua e la cultura italiane. Viviamo un’epoca in cui la scienza domina l’immaginario: pur nella complessità di procedimenti che spesso riguardano entità che sfuggono completamente al senso e alla visualizzazione, la scienza è una potente creatrice di miti. Nei secoli, inoltre, i suoi percorsi si sono spesso intrecciati a quelli della scrittura letteraria: la scienza moderna nasce in italiano, e non ha cessato fino a tutto il Novecento e oltre di esercitare una profonda influenza su artisti e intellettuali. A lato delle scienze “dure”, le scienze dell’individuo e della società hanno dato letteralmente forma negli ultimi due secoli a stagioni fondamentali della cultura, della letteratura e dell’arte europee e italiane. Ma la storia della scienza è anche storia di uomini, di intrecci, di relazioni, di viaggi, e l’avventura della scienza è anche viaggio della mente: paradigma della scoperta e della conoscenza, e dei loro limiti. E (non ultimo) la scienza è lingua: un insieme di codici formalizzati che instaurano rapporti complessi con la lingua comune da un lato, con il linguaggio artistico, poetico e letterario dall’altro. L’intersezione di questa articolata problematica con la dimensione didattica, della lingua come della letteratura e in senso lato della cultura e civiltà italiane, interroga una dimensione fondamentale dell’oggi.

 

Il Congresso si articolerà in 12 sezioni tematiche, che declinano il tema centrale in relazione alle discipline più rilevanti per i professori di italiano in Italia e nel mondo. I soci interessati a presentare una comunicazione dovranno inviare titolo e abstract ai responsabili della sezione tematica scelta entro il 30 novembre 2019. La selezione delle proposte si effettuerà in base alla qualità scientifica e alla pertinenza rispetto al tema delle sezioni. L’esito sarà comunicato entro il 15 febbraio.

 

È prevista la pubblicazione di una selezione di contributi in singoli volumi, differenziati tematicamente, e curati dai coordinatori di sezione, con la supervisione del comitato di redazione dell'AIPI, presso la casa editrice Franco Cesati (collana "Civiltà Italiana. Terza Serie”). La partecipazione e l'eventuale pubblicazione sono riservate ai soci AIPI. La quota sociale, 50 euro, corrisponde agli anni 2020 e 2021, e deve essere corrisposta entro gennaio 2020, tramite Paypal o bonifico bancario (per informazioni: http://www.infoaipi.org/isc.asp). 

 

In allegato i cfp per le diverse sezioni.

In occasione del XXIV congresso AIPI, che si terrà a Ginevra dal 7 al 9 settembre 2020, invitiamo le studiose e gli studiosi interessat*, a proporre interventi sul tema della fantascienza femminista. La nostra sessione mira ad analizzare narrazioni, rappresentazioni, (de)costruzioni del genere nella produzione artistica e nel pensiero critico e filosofico italiano, a firma femminile e maschile, dall'Ottocento ai giorni nostri, partendo dall'ipotesi che opere ascrivibili al campo - inteso in senso largo - della fantascienza, dell'utopia o della distopia, possano proporre interessanti visioni alternative al binarismo tradizionale e diverse attribuzioni di genere, immaginando nuovi corpi sessuati e reinventando i ruoli e le funzioni ad essi assegnati. Alcune possibili piste di riflessioni, senza alcuna pretesa di esaustività, sono: - Figure maschili e femminili nelle opere di fantascienza italiana. - Fantascienza e etica: immaginare un mondo più giusto e libero per tutt@. - L'altrove come spazio libero da convenzioni in cui sperimentare nuovi modelli. - L'ibrido, l'alieno, il post-umano: nuove identità sessuali? - La nuova centralità del corpo (a)sessuato. - Le potenzialità del "genere" (letterario, artistico) nella ridefinizione del gender. Le proposte, da mandare entro il 30 novembre 2019, possono essere inviate a: Silvia Contarini (Université Paris Nanterre), Cette adresse e-mail est protégée contre les robots spammeurs. Vous devez activer le JavaScript pour la visualiser. ; Sara Faccini (Université Paris Nanterre), Cette adresse e-mail est protégée contre les robots spammeurs. Vous devez activer le JavaScript pour la visualiser. ; Ramona Onnis (Université Paris Nanterre), Cette adresse e-mail est protégée contre les robots spammeurs. Vous devez activer le JavaScript pour la visualiser. ; Anna Chiara Palladino (Université Paris Nanterre), Cette adresse e-mail est protégée contre les robots spammeurs. Vous devez activer le JavaScript pour la visualiser.; Manuela Spinelli (Université Rennes2), Cette adresse e-mail est protégée contre les robots spammeurs. Vous devez activer le JavaScript pour la visualiser.. In allegato maggiori dettagli

Journée d’Etudes : Presse et Femmes en Italie : l’émergence de la subjectivité féminine dans les journaux littéraires et politiques entre 1750 et 1861 organisée par le Centre d’Etudes CELIS, Université UCA – Clermont-Ferrand.

Date : 24 ottobre 2019

Lieu : Maison de Sciences de l’homme – Clermont-Ferrand

Responsable scientifique : Paola Roman, maître de conférences au département d’Etudes Italiennes – Centre de recherche Célis - Université Clermont Auvergne (UCA) – Clermont-Ferrand 

Envoyez les propositions de communication à Cette adresse e-mail est protégée contre les robots spammeurs. Vous devez activer le JavaScript pour la visualiser.  avec un résumé de 10/20 lignes.

Date limite : 30 juillet 2019

 

 

 

Colloque international « Di quella umile Italia » : l’humilité dans la culture italienne

 

organisé par la Société d’Études Italiennes 

 

avec le soutien de l'ELCI (EA 1496) de Sorbonne Université

 

Maison de la recherche, Paris

 

20-21 juin 2019

 

 

 

Programme en pièce-jointe

 

 

 

Convegno Internazionale :

La Guerra Civile spagnola : un geroglifico sempre da decrittare ? Sguardi esterni su un conflitto nazionale (1939-2019)

Université de Bourgogne Franche-Comté / Université de Rouen

Dijon, 19 et 20 mars 2020

Come scrive Guy Hermet, « Per due generazioni almeno, la Guerra Civile spagnola è stata quello che la guerra del Vietnam poi dell'America centrale sono state per le generazioni successive : uno dei grandi miti della nostra epoca, forse il più impressionante di quelli che hanno esaltato l'ideale politico, dal 1936 al termine dell'interminabile dittatura del generale Franco». In occasione dell'ottantesimo anniversario della fine del conflitto, e dopo la sconfinata letteratura che ne è scaturita, è forse venuto il momento di chiederci quello che questi tre anni di scontri hanno lasciato nell'immaginario collettivo delle società direttamente o indirettamente coinvolte.

Le proposte sono da mandare entro il 30 settembre 2019 a :

Area anglofona : Robert Coale (Cette adresse e-mail est protégée contre les robots spammeurs. Vous devez activer le JavaScript pour la visualiser. )

Area francofona : Hervé Bismuth (Cette adresse e-mail est protégée contre les robots spammeurs. Vous devez activer le JavaScript pour la visualiser. )

Area germanofona : Véronique Liard (Cette adresse e-mail est protégée contre les robots spammeurs. Vous devez activer le JavaScript pour la visualiser. ), Fritz Taubert (Cette adresse e-mail est protégée contre les robots spammeurs. Vous devez activer le JavaScript pour la visualiser. )

Area ispanofona : Pierre-Paul Grégorio (Cette adresse e-mail est protégée contre les robots spammeurs. Vous devez activer le JavaScript pour la visualiser. ), Robert Coale (Cette adresse e-mail est protégée contre les robots spammeurs. Vous devez activer le JavaScript pour la visualiser. )

Area italofona : Nicolas Bonnet (Cette adresse e-mail est protégée contre les robots spammeurs. Vous devez activer le JavaScript pour la visualiser. )

Risposta del comitato organizzatore : 10 décembre 2019

È prevista una pubblicazione degli atti.

SCUOLA ESTIVA INTERNAZIONALE

DI STUDI LEOPARDIANI, PASCOLIANI E MONTALIANI

IV edizione

Milano, Università Cattolica del Sacro Cuore

15-17 luglio 2019

http://www.unicatt.it/leopardi-pascoli-montale

Programma: https://progetti.unicatt.it/progetti-milan-programma-calendario-giornaliero#content 

 Iscrizioni online entro l’8 luglio 2019

 

L'équipe des Bibliothèques Virtuelles Humanistes organise une  

Formation : Initiation à l’encodage XML-TEI des textes patrimoniaux 6, 7 & 8  novembre 2019 MSH Val de Loire, Tours Inscriptions en ligne sur le site du SUFCO de l’Université de Tours : https://formation-continue.univ-tours.fr/offre-de-formation/initiation-a-l-encodage-xml-tei-des-textes-patrimoniaux-233975.kjsp

 

mardi, 04 juin 2019 21:43

Le musée dans la littérature

Appel à communication

MuséaLitté

Université Paris 8-St-Denis - Université Paris Nanterre - Musée d’art et d’histoire Paul Éluard, Saint-Denis - Maison des Sciences de l’Homme Paris Nord - RIMELL

Colloque international Le musée dans la littérature

7-8 novembre 2019

Les propositions (500 mots maximum) sont à envoyer avant le 10 juillet 2019 accompagnées d’une courte bio-bibliographie à Charlotte Estrade (Paris Nanterre) et Caroline Marie (Université Paris 8) : Cette adresse e-mail est protégée contre les robots spammeurs. Vous devez activer le JavaScript pour la visualiser. 

Ci-dessous le lien vers l'article de Jean-Luc Nardone paru sur le site Le parole e le cose le 27 mai 2019:

http://www.leparoleelecose.it/?p=35738

Ci-dessous le lien vers l'émission de RAI 3 avec l'interview de notre collègue Massimo Lucarelli sur l'enseignement de l'italien en France:

https://www.rainews.it/tgr/vda/notiziari/video/2019/05/ContentItem-8451edc0-9793-4603-852b-77b8d642e76c.html

(à partir de la 8e minute)

jeudi, 23 mai 2019 19:42

Adressier SIES 2018/2019

L'adressier 2018-2019 apparaît en pièce-jointe de cet article.

Vous pouvez le télécharger en cliquant sur le lien ci-dessous.

La pétition de soutien de l'enseignante de Palerme suspendue est accessible à ce lien: http://chng.it/Y57VmD8ntP 

 

lundi, 20 mai 2019 12:04

Bourses du Gouvernement français

L'appel à projets pour les bourses du gouvernement français 2020 vient d'être publié.   Cette année, l'Institut français ouvre les candidatures au niveau master pour les étudiants qui envisagent de faire ou sont déjà inscrits dans un master en double diplôme franco-italien, afin de valoriser les parcours bi-nationaux.   Les candidatures sont ouvertes jusqu'au 8 juillet 2019.

Call for papers 

Persistenze o Rimozioni 9

Dieci anni dopo: dalla Repubblica dei partiti al momento populista

Treviso, 26-27 settembre 2019

Deadline: 15 giugno 2019

L’Associazione Culturale “Persistenze o Rimozioni”, bandisce un Call for papers per il suo IX convegno annuale dal titolo “Dieci anni dopo: dalla Repubblica dei partiti al momento populista”. Il convegno si inserisce in un progetto pluriennale di studi sull’età contemporanea e intende rivolgersi verso le nuove ricerche sulla storia e sull’evoluzione delle culture politiche italiane, attraverso un approccio interdisciplinare tra storia, scienze politiche ed economiche, letteratura, scienze sociali, media studies e museologia. È quindi su questi temi che il Progetto “Persistenze o Rimozioni” declinerà quest’anno la sua specificità come vetrina delle ricerche in corso di una nuova generazione di studiosi, promuovendo la circolazione dei loro risultati e favorendo al contempo la discussione e l’incontro con le generazioni precedenti.

Un Comitato Scientifico appositamente costituito vaglierà le proposte sulla base di un abstract di 500 parole accompagnato da un breve curriculum che dovrà̀ pervenire entro il 15 giugno 2019 Le proposte devono essere via email: Cette adresse e-mail est protégée contre les robots spammeurs. Vous devez activer le JavaScript pour la visualiser.(indicando come oggetto “POR9 + cognome”).

Si pubblicheranno gli Atti nel corso del 2020 nella collana editoriale Persistenze o Rimozioni presso la casa editrice Aracne, Roma, per la quale si richiederanno testi di 40mila caratteri.

Comitato scientifico: Goffredo Adinolfi (ICS Lisbona), Irene Bolzon (ISTRESCO Treviso), Lisa Bregantin (ISTRESCO Treviso), Adriano Cirulli (Università La Sapienza Roma), Michelangela Di Giacomo (M9 Museo del ‘900 Venezia), Oscar Greco (Università della Calabria), Livio Karrer (M9 Museo del ‘900 Venezia), Samuele Mazzolini (University of Bath UK), Tommaso Nencioni (Firenze), Paolo Perri (Università della Calabria), Giuseppe Saccà (M9 Museo del ‘900 Venezia), Francesca Zantedeschi (Gerda Henkel Stiftung Düsseldorf).

CALL COMPLETA ITA-EN: https://persistenzeorimozioni.wordpress.com/por-9-treviso-2019/ 

Page 5 sur 116