L'alégorie du bon gouvernement est fresque faisant partie d'une série peinte par d'Ambrogio Lorenzetti et placées sur les murs de la Sala dei Nove (la salle des Neuf) ou Sala della Pace (salle de la Paix) du Palazzo Pubblico de Sienne

Smaller Default Larger
jeudi, 05 avril 2018 11:39

Première traduction en italien du récit du bref séjour en Sicile de Louise Colet (1860)

Louise Colet – Sicilia 1860, a cura di Brigitte Urbani, Caltanissetta, Edizioni Lussografica, 2018, 148 p.

Molto famosa a suo tempo, Louise Colet (1810-1876) oggi è conosciuta essenzialmente per i suoi amori burrascosi con Gustave Flaubert. Donna libera e indipendente, ardita, autrice di una buona cinquantina di volumi, campionessa della libertà dei popoli e delle capacità delle donne di essere intellettuali e forti alla pari degli uomini, innamorata dell’Italia, Louise Colet è una donna dall’entusiasmo accattivante che riesce a realizzare il suo “sogno d’Italia” nel periodo più esaltante della storia del Risorgimento, quello della preparazione e dell’attuazione della Spedizione dei Mille. Di ritorno dal suo soggiorno di un anno e mezzo in Italia, redige i quattro volumi de L’Italie des Italiens (L’Italia degli Italiani), una relazione troppo copiosa per avere mai potuto godere di una traduzione dal francese. Questo volume offre per la prima volta una versione italiana dell’episodio siciliano del viaggio, un soggiorno breve – meno di una settimana – ma particolarmente denso di avvenimenti poiché si tratta della prima visita di Vittorio Emanuele a Palermo dopo il plebiscito che sancì l’annessione della Sicilia al Regno d’Italia.

Lu 243 fois Dernière modification le samedi, 07 avril 2018 16:24